CHI SONO

Un uomo di legge, così mi definisco. Credo infatti nella forza del diritto soprattutto quando va in direzione della giustizia, alla ricerca di soluzioni sostenibili. Sono nato il 6 giugno 1962 nel centro storico di Andria e cresciuto tra le chiese di San Domenico e San Nicola, in un ambiente cristiano e autentico, diventato la mia famiglia allargata. Gli amici di quel tempo lo sono tuttora. Ho ammirato la fede vissuta e non proclamata dei sacerdoti che mi hanno accompagnato nella formazione. Poi sono arrivati i professori, e con loro la letteratura, la filosofia, il teatro, la musica, il cinema, l’arte, l’amore per la conoscenza. Interessi che mi hanno reso più forte.

LEGGI TUTTO

Ho frequentato l’Azione Cattolica e la scuola di Teologia. Mi sono laureato in Giurisprudenza nel 1985 e sono entrato nella Guardia di Finanza a Napoli, dove poi ho frequentato la scuola di notariato. Dal 1991 sono notaio. Ho esercitato a Spinazzola fino al 1998, poi ad Andria.

Nel 1994 ho sposato Angela e abbiamo due figli: Chiara e Vincenzo. Li vedo crescere e penso che devo loro qualcosa, che ho risposte da dare e soluzioni da trovare.

Quando riesco a ritagliarmi un po’ di tempo, mi piace viaggiare. Cerco di andare al cinema almeno una volta alla settimana. Leggo molto e ascolto soprattutto cantautori italiani e jazz. Sono sportivo ma me la cavo meglio in poltrona: seguo tennis, calcio, pallavolo e basket. Ho una grande passione per l’enogastronomia e per il cioccolato.

La politica mi ha sempre interessato ma è stata Tangentopoli a convincermi a fornire un contributo attivo. Ricordo che ero animato dalla volontà di recuperare il patrimonio del cattolicesimo democratico. Ho partecipato alla fondazione del Partito Popolare di Martinazzoli, di cui sono stato segretario ad Andria e da allora ho partecipato attivamente alla vita politica del territorio, pur senza candidarmi.

Ma oggi, in un momento così difficile della vita del Paese, credo che tutti dovremmo assumerci la responsabilità di fare la nostra parte. Ci sono sfide da vincere attraverso il dialogo, l’ascolto, i rapporti con le persone, il gioco di squadra. E queste sfide si vincono assumendo impegni in prima persona.

Ecco perché ho deciso di candidarmi al nuovo Consiglio regionale della Puglia.

Barletta la nostra #materiaprima

Trani la nostra #materiaprima

Andria la nostra #materiaprima

PERCHE’ SABINO

non è più tempo di delegare chi non può rappresentarci

PERCHE’ LE SFIDE

SI VINCONO

INSIEME

LE NOSTRE COMUNITA’

SONO LA NOSTRA

MATERIA PRIMA

PER COSTRUIRE SUBITO

OPPORTUNITA’

PER TUTTI

PER CAMMINARE

CON CHI E’ RIMASTO

INDIETRO